I Cookies ci aiutano a migliorare i nostri servizi, cliccando sul pulsante "Accetto" si acconsente all'utilizzo di tali Cookies. Proseguendo nella navigazione senza cliccare il pulsante, l'accettazione sarà considerata implicita.
Il documento relativo alla trattazione dei Cookies in questo portale web verrà visualizzato premendo il pulsante "Cookies Policy".

Valutazione degli apprendimenti (certificazione delle competenze, valutazioni d’Istituto). FS 4

Accoglienza integrazione alunni stranieri (prof. Baldassarre Elena)

 

Il progetto si articola in più aree di intervento:1. integrazione del Protocollo accoglienza: istituzione di una commissione intercultura presieduta dal DS; revisione ed ampliamento di linee guida con le indicazioni delle modalità di iscrizione e , della normativa scolastica nelle lingue presenti nell'istituto (spagnolo, rumeno, albanese, russo, cinese, peruviano, inglese);osservazione, monitoraggio e raccolta dati relativi agli studenti inseriti nel ns. istituto; iede L2 o inseriti nei livelli A1 e A2 di conoscenza della lingua (attività di sportello pomeridiano suddivise per fasce di livello, indirizzate a gruppi di studenti di prima e seconda, in alternativa all'attività curricolare ed effettuate anche con il ricorso di  personale esterno); corsi di recupero multidisciplinari per studenti che abbiano evidenziato carenze in altre materie curricolari,  con corsi di  storia,  matematica, inglese , tenuti  c/o il nostro Istituito in collaborazione con la scuola media Borsi e , corsi intensivi di alfabetizzazione di  lingua italiana tenuti dalla comunità di S.Egidio.5.creazione di una rete di collaborazione con le associazioni presenti sul territorio.6.monitoraggio finale rivolto alle famiglie7.compilazione di una scheda alunno relativa al percorso scolastico finora effettuato e alle abilità L2 conseguite8.inserimento nel sito della scuola di materiale normativo e informativo relativo all’integrazione degli stranieri.

  

Settimana Beni culturali ambientali (prof. Calabresi Mariella)

 

Adesione alla 12° edizione della  "Settimana dei beni culturali e ambientali" promossa dalla Fondazine Livorno per l'anno scolastico 2015-16 e rivolta a tutte le scuole della Provincia  per l'approfondimento degli "Antichi mestieri". Il progetto terminerà con una performance teatrale che verrà rappresentata dal gruppo del laboratorio teatrale in teatri cittadini, aderendo al progetto della Fondazione Goldoni "Studenti alla ribalta" e alla rassegna regionale del teatro scuola di Bagni di Lucca.

 

Livorno delle nazioni (prof. Calabresi Mariella)

 Adesione al progetto “Livorno città delle nazioni” promosso dall’Accademia degli Avvalorati di Livorno.

  

Progetto Risorgimento

 Adesione al progetto indetto dal Comitato livornese per la promozione dei valori risorgimentali attraverso la realizzazione di elaborati inerenti alle tematiche proposte dal comitato per l’anno scolastico 2015-2016: “Origine e storia dell’Inno di Mameli; riflessioni e stimoli culturali”.

  

Educazione all'espressività/Teatro (prof. Calabresi Mariella)

 Continuazione delle attività di laboratorio teatrale presenti da anni nel nostro istituto. Partecipazione al progetto Promosso dal Comune di Livorno "Dicembre la scuola fa teatro" dal titolo "Fuori quadro" con una performance che verrà rappresentata presso il Nuovo Teatro delle Commedie

 

Centro sportivo scolastico (prof. Caprai Cristina)

L'attività sportiva scolastica, avvia tutti gli alunni gratuitamente alla pratica sportiva, attraverso competizioni tra alunni e tra classi dell' istituto .Vengono effettuate lezioni individuali e/o di gruppo

  

Parliamone insieme (prof. Dani Raffaella)

Nel precedente A.S. si sono manifestate alcune difficoltà di coordinamento fra docenti e referente BES - e anche fra singoli docenti - nella gestione dei casi “BES III”, in particolare nella fase di progettazione, definizione e applicazione dei PdP. La mancanza di uno specifico “luogo” di trattazione dei singoli casi ha imposto ai docenti di cercare e richiedere informazioni in maniera episodica e informale (“corridoio”); le informazioni così raccolte spesso non riescono a essere adeguatamente veicolate per gli inevitabili ritardi, imprecisioni, alterazioni e simili che intervengono nel processo di trasmissione. Allo scopo di superare la criticità sopra evidenziata, si propone l’istituzione di specifici tavoli di lavoro (Tavoli Inclusione BES III - “TIB3”), formati dal referente BES, dal coordinatore di classe e da tutti i membri di ciascun CdC, ove affrontare in maniera unitaria, organica e condivisa  il caso o i casi della singola classe, agevolando e snellendo, in tal modo, anche il lavoro di competenza del CdC. Detti tavoli, almeno uno per ogni classe interessata da alunni BES III, saranno attivati dopo un adeguato periodo di osservazione e, per i BES certificati, non oltre la scadenza del primo periodo dell’A.S.  Le riunioni avranno carattere operativo e vi potranno partecipare, all’occorrenza, figure specialistiche esterne (psicologi, assistenti sociali, medici, ecc..) invitati, ove possibile(*), senza oneri per la scuola. Ciascun TIB3 sarà convocato dal referente BES III, anche su sollecitazione di singoli docenti, sentito il coordinatore di classe.

  

English for Everyone (prof. Degan Maddalena)

Progetto, reiterato, per corsi di lingua inglese pomeridiani,  proposto in prosecuzione dei corsi già tenuti in periodo estivo (denom. “Summer English”), finalizzato all’apprendimento e sostegno linguistico in studenti  che necessitano di approccio individualizzato, ivi inclusi  quanti manifestano difficoltà di apprendimento e  loro familiari

 

Educazione alla salute/ipertensione (prof. Giannetti Susanna)

Il nostro istituto è stato individuato come bacino di utenza-campione per lo studio di ricerca relativo al progetto in oggetto.  Lo studio, che fa parte delle iniziative riguardanti l’educazione alla salute, vedrà coinvolti, per quest’anno,  gli studenti delle classi terze e quarte e si propone di estendere tale iniziativa anche alle classi quinte. 

 

AVIS (prof. Giannetti Susanna)

attività che si pongono l’obiettivo di diffondere corretti stili di vita tra giovani, utilizzando metodiche di peer-education collegando la cultura della solidarietà e del rispetto di se e degli altri al concetto di benessere, e sono finalizzati a promuovere la partecipazione attiva alla vita sociale attraverso la donazione del sangue

 

Diabete (prof. Giannetti Susanna)

 Che cos’è il diabete? Cosa significa essere diabetici? Com’è la vita di un bambino diabetico? A queste domande, grazie a un corso informativo sulla malattia per docenti e alunni in peer to peer

 

Educazione alla salute (prof. Giannetti Susanna)

Progetti proposti -senza nessun costo per la scuola-  principalmente dall'USL 6 o altri enti. Rivolti agli studenti delle classi prime e seconde, saranno scelti dalla commissione “Iclusione & valorizzazione delle eccellenze” e impegneranno le intere classi per le ore stabilite dal collegio.Si attesteranno su ed. alla salute, ed. alla prevenzio e del rischio, ed.sessuale e dell'affettività

 

DSA/ADHD  (prof. Giannetti Susanna)

superamento del pregiudizio / oltre gli stereotipi

 

Inclusione (prof. Giannetti Susanna)

La Commissione “Iclusione & valorizzazione delle eccellenze” , costituita per la prima volta in questo anno scolastico e composta dalla:Funzione strumentale Susanna Giannetti, Incaricata alunni diversamente abili  Paola Vannacci, Incaricata alunni stranieri Elena Baldassarri,Incaricata alunni BES 3 Raffaella Dani, Incaricata degli alunni DSA/ADHD Susanna Giannetti,si occuperà dell'accoglienza, della gestione e della informazione relativa a tutti quegli alunni che, con continuità o per determinati periodi, possono  manifestare Bisogni Educativi Speciali: o per motivi fisici, biologici, fisiologici o anche per motivi psicologici,sociali, rispetto ai quali è necessario che l'istituto  offra adeguata e personalizzata risposta. Tale impostazione rafforza il paradigma inclusivo della nostra scuola e richiede di contestualizzare il modello dell’integrazione scolastica all’interno di uno scenario cambiato, potenziando soprattutto la cultura dell’inclusione. La nuova Direttiva ministeriale definisce le linee del cambiamento per rafforzare il paradigma inclusivo:Potenziamento della cultura dell’inclusione, Approfondimento delle competenze in materia degli insegnanti curricolari,Valorizzazione della funzione del docente per il sostegno, quale risorsa aggiuntiva assegnata a tutta la classe,Nuovo modello organizzativo nella gestione del processo di integrazione scolastica e di presa in carico dei BES da parte dei docenti. Inoltre è da tener presente che l’area dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit. In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni. BES= tre grandi sotto-categorie: disabilità, disturbi evolutivi specifici (oltre i disturbi specifici dell’apprendimento, anche i deficit del linguaggio, dell’attenzione e dell’iperattività, il ritardo mentale lieve ed il ritardo maturativo, ma anche altre tipologie di deficit o disturbo, quali la sindrome di Asperger,non altrimenti certificate; il funzionamento intellettivo limite è considerato un caso diconfine fra la disabilità e il disturbo specifico),svantaggio socio-economico. Tutte queste differenti problematiche non vengono o non possono venir certificate ai sensi della legge 104/92 o 170/2010, non dando conseguentemente diritto alle provvidenze e alle misure previste dalla stessa legge quadro e, tra queste, all’insegnante di sostegno.

 

Servizio psicologia scolastica  (prof. Giannetti Susanna)

Attività di ascolto e counseling per studenti, docenti e genitori, che si svolgerà in orario pomeridiano.Al termine dell'anno scolastico, lo psicologo designato consegnerà alla Dirigente scolastica e alla FS rapporto dettagliato sulle attività.

 

GENERI….. di consumo (prof. Lombardo Rossella)

Il progetto si colloca all’interno del Programma Unicoop Tirreno-scuola; educazione alla comunicazione e alla cittadinanza. Le fasi della crescita sono spesso segnate dal consumo prevalente o specifico di alcune tipologie di prodotti. L’appartenenza a una generazione, ma soprattutto quella al genere, può essere definita, spesso, a partire proprio dagli oggetti che segnano un’epoca o un decennio, o un modello, che spesso finisce per diventare “stereotipo” di “maschile” e “femminile”. L’educatore proporrà alla classe attività e spunti di discussione per individuare e interpretare criticamente quelli stereotipi corrispondenti a immaginari collettivi alimentati da invadenti comunicazioni medianiche che rischiano di falsare i rapporti tra generazioni e tra generi che invece, per natura dovrebbero essere alla base della coesione sociale

 

PhiOmega (prof. Alessandro Ciucci)

Partecipazione alle olimpiadi di Fisica (fase di Istituto e gara locale). Il progetto consiste in attività pomeridiane di preparazione alla gara. Base volontaria, aperto a tutti

 

F16  (prof. Alessandro Ciucci)

Ripetizione di un'esperimento scientifico.

 

Educazione alla legalità (prof. Razzauti M. Ceciliai)

nel progetto vengono comprese tutte le attivita' che si ritengono utili per la formazione di una coscienza civile e la educazione di un "buon cittadino" attraverso una conoscenza di problematiche attuali illustrate agli allievi sia da esperti del settore ma  apprese anche da partecipazione a lezioni -dibattito di approfondimento 

 

Piano ed. zona DVA (prof. Vannacci Paola) 

Promuovere l'inclusione scolastica degli alunni disabili attraverso attività laboratoriali:     - laboratorio di psicomotricità     - lab di manualità e creatività: modellismo

 

Tutti insieme per un goal (prof. Vannacci Paola) 

Realizzare esperienze di volontariato.