I Cookies ci aiutano a migliorare i nostri servizi, cliccando sul pulsante "Accetto" si acconsente all'utilizzo di tali Cookies. Proseguendo nella navigazione senza cliccare il pulsante, l'accettazione sarà considerata implicita.
Il documento relativo alla trattazione dei Cookies in questo portale web verrà visualizzato premendo il pulsante "Cookies Policy".

Presentazione del Progetto 4A ENC 4B BIS/CEM

Ricerca svolta quest'anno dagli studenti delle classi 4AENC 4BBIS/CEM sulla diffusione delle droghe leggere negli istituti superiori,pregandoti di pubblicarla sul sito del ns.istituto. 
Il lavoro è stato presentato in aula  magna il giorno 6/06.

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO 4AENC  4BBIS/CEM 

La diffusione e lo spaccio delle droghe,leggere e non,all'interno delle scuole superiori è una questione di grande attualità ed ha raggiunto dimensioni di vera e propria emergenza.   Anche se il fatto è noto a tutti, pochi tuttavia sono davvero informati sulla natura,gli effetti ed i rischi di queste sostanze.

In seguito alla visione della puntata del programma  televisivo “Report”,dedicato alla questione in oggetto, noi studenti delle classi 4AENC e 4BBIS/CEM abbiamo deciso,su proposta della ns.insegnante di lettere,di effettuare una ricerca/indagine,con l'aiuto anche di esperti in materia,quali la Guardia di Finanza e la dott.ssa Lamera,psicologa del ns,istituto.

  

TITOLO    (da definire)

 

FINALITA' DEL PROGETTO

1) conoscere le sostanze  attualmente presenti sul mercato,le modalità  della loro lavorazione e diffusione  sui mercati.

2)informare sui rischi e le conseguenze dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, a livello fisico,psichico,neurologico,sociale,penale.

 METODI E STRUMENTI USATI

Gli studenti hanno lavorato a gruppi, sei, così suddivisi :

1)   breve storia delle sostanze stupefacenti,dall'antichità ai giorni nostri

2)   droghe “leggere” e “pesanti”

3)   proibizionismo o antiproibizionismo?

4)   Uso/abuso negli studenti delle scuole superiori

5)   legislazione italiana ed europea a confronto

6)    informazione è prevenzione

Nel corso dell'attività,gli studenti hanno incontrato la Guardia di Finanza,che ha illustrato loro le modalità e gli strumenti messi in campo dagli agenti del nucleo operativo per la prevenzione ed il contrasto allo spaccio, e la psicologa del ns. istituto, dott,ssa Lamera che invece ha analizzato le motivazioni della dipendenza e le sue conseguenze.

Le ricerche sono state effettuate in parte durante le ore curricolari,attingendo a materiali online,in parte autonomamente a casa.

 E' stato ideato un questionario sul consumo personale,presentato poi in forma anonima alle altre classi dell'istituto,ed i cui esiti sono stati poi rielaborati graficamente.

 

TEMPI

Ottobre 2014/maggio 2015