I Cookies ci aiutano a migliorare i nostri servizi, cliccando sul pulsante "Accetto" si acconsente all'utilizzo di tali Cookies. Proseguendo nella navigazione senza cliccare il pulsante, l'accettazione sarà considerata implicita.
Il documento relativo alla trattazione dei Cookies in questo portale web verrà visualizzato premendo il pulsante "Cookies Policy".

Le Studentesse dell'ITI G. Galilei

studentesse 

Le Studentesse dell'Istituto.   (Scarica la foto a maggiore risoluzione)

 Per molto tempo gli istituti tecnici industriali si sono caratterizzati come scuole prevalentemente maschili, nelle quali le studentesse erano un’eccezione. Ciò a causa della persistenza del pregiudizio per cui le donne sarebbero più inclini, per natura, a professioni nel settore educativo o di assistenza alla persona piuttosto che a quelle in ambito tecnico-scientifico. Eppure varie ricerche dimostrano che le studentesse in materie tecnico-scientifiche si diplomano e si laureano con ottimi risultati, confermando quindi di non avere particolari problemi ad affrontare questo tipo di studi. Oggi, d’altra parte, qualunque tecnologia passa attraverso il computer. Niente muscoli, niente tute blu e chiavi inglesi, ma camici bianchi, tastiere e video. Per progettare o controllare le macchine di un’officina meccanica, oppure per gestire complessi circuiti elettronici non serve la forza fisica ma una solida preparazione culturale. L'ingresso delle ragazze nell’istruzione tecnica è stato un processo molto lento e graduale; eppure nel nostro istituto la presenza femminile è in costante aumento. Siamo passati, infatti, dal 10% degli anni ’80 al 27,5% dell’anno scolastico attuale.

 

foto