Progetto "Un Bagnino a Sei Zampe"

All'ITIS "GALILEI": UN BAGNINO A SEI ZAMPE

Un'iniziativa simpatica, ma soprattutto edificante per alunni e docenti, quella che, già per due volte, si è svolta all'ITIS "G.Galilei" di Livorno e che intende avvicinare il mondo dei giovani che frequentano l'Istituto a quello dell'attività di salvataggio in mare, avente come protagonisti e complici l'uomo e il cane. Il progetto, che ha come referente la Prof.ssa Stefania Bini, si inserisce nelle iniziative di integrazione e di alternanza scuola-lavoro per alunni certificati, per alunni tutor e per due classi del triennio biologico-sanitario e si aggancia a quello presentato da SCS "Scuola cani salvataggio" sezione di Firenze, nell'ambito del Progetto "Sviluppo e Promozione Territoriale del Volontariato", che ha come fine quello di promuovere il volontariato, per il quale l'associazione svolge il proprio operato ai fini di solidarietà nei confronti di soggetti con difficoltà in campo sanitario, situazioni di disagio ed emarginazione sociale o disabilità fisica. Le cinque fasi in cui si articola il progetto stesso e che prevedono incontri formativi non solo all'interno dell'edificio scolastico, ma anche in contesti esterni, sono le seguenti:

Fase 1: Presentazione e familiarizzazione Primo incontro: 9-13 Attività e contenuti: Visione di filmati e foto relativi alle azioni della SCS. Presentazione dei cani da salvataggio delle unità cinofile in azione. Nell'Aula Magna della scuola gli alunni si sono incontrati con le unità cinofile della SCS Firenze, che hanno presentato i loro cani e spiegato le attività della SCS attraverso la visione di filmati e foto. Gli alunni hanno familiarizzato con i cani da salvataggio.

Fase 2: Teorico-Pratica a terra.

Secondo incontro: 9-13:

Nell'Aula Magna della scuola gli alunni hanno seguito una lezione teorica tenuta da un medico sulle principali cause di annegamento e sulle tecniche di primo soccorso, seguita da un altro intervento da parte di un istruttore SCS sulle tecniche di salvamento in mare. Nel giardino della scuola sono proseguite le attività più semplici della conduzione a terra del cane.

Terzo incontro: 9-1:

Nell'Aula Magna della scuola gli alunni seguiranno una lezione teorica da parte di un medico veterinario
sulle principali cause di patologie di emergenza dei cani e tecniche di soccorso veterinario, seguita da una lezione da parte di un istruttore SCS sulle tecniche di base dell'arte marinaresca: esecuzione di pochi e semplici nodi marinari, ecc. Nel giardino della scuola proseguono le attività di conduzione a terra del cane.

Fase 3: Pratica:

Quarto incontro: 9-13:

In Piscina: esercitazione di familiarizzazione con il mezzo liquido per acquisire confidenza con l'acqua. Esercizi di nuoto secondo le tecniche del salvamento; Esercizi sulle tecniche di soccorso su figurante. Fuori dalla piscina con i soli cani delle unità cinofile, proseguiranno le esercitazioni sulla conduzione e controllo del cane a terra ed esercitazione sul corretto modo di indossare l'imbraco da acqua e da elicottero (conduttore e cane). Gli alunni si recheranno in piscina e torneranno a casa con mezzi propri e/o accompagnati dai genitori e saranno liberi alla fine  della lezione.

Quinto e sesto incontro: 9-13:

Nella palestra dei Vigili del Fuoco esercitazione sulla conduzione e controllo del cane a terra ed esercitazione sul corretto modo di indossare gli imbraco da acqua e da elicottero (conduttore e cane). Gli istruttori SCS potranno prevedere ulteriori tipologie di esercizi, in base alle reazioni e capacità degli alunni. Gli alunni si recheranno presso la palestra dei vigili del fuoco e torneranno a casa con mezzi propri e/o accompagnati dai genitori e saranno liberi alla fine della lezione.

Fase 4: Operativa di addestramento e supporto al pattugliamento: 9-13:

Settimo incontro: Presso la spiaggia dei Tre Ponti di Livorno gli alunni si eserciteranno nell'imbraco dei cani, nella conduzione a terra e nel supporto alle unità cinofile secondo le indicazioni da loro date. Sono previsti momenti teorico/pratici sulla conduzione del pattino a terra e, se le condizioni meteo lo consentiranno, in mare. Inoltre, dopo una lezione teorica gli istruttori, se gli alunni saranno provvisti di mute, potranno
decidere di fare un' esercitazione pratica di base di conduzione del cane e salvamento figurante in mare.

Fase 5: Conclusiva:

Ottavo incontro 9-13. Manifestazione/dimostrazione finale presso la spiaggia dei Tre Ponti di Livorno, che prevede l'intervento della squadra operativa della SCS Firenze e la partecipazione di tutti gli alunni che hanno preso parte
all'intero progetto. Si prevede di cercare di effettuare questa manifestazione insieme alla Scuola Vespucci-Colombo, che partecipa a progetto analogo. In occasione dei primi due incontri, che si sono già svolti, i ragazzi hanno tutti partecipato con grande entusiasmo; moltissimi hanno inviato messaggi alla professoressa Stefania Bini per ringraziarla della bellissima esperienza.

Al termine delle attività, durante l'ultima giornata che si svolgerà presumibilmente il 1 giugno 2019 ai tre ponti riceveranno un brevetto di aiuto bagnino. Il progetto in questione, dunque, ben si inserisce in ambito scolastico, nel quale non solo si può organizzare l'attività di alternanza scuola-lavoro con un'associazione che si occupa in maniera professionale di soccorso e volontariato, promuovendo nei ragazzi la cultura della solidarietà ed il desiderio ed il piacere di apportare benessere a chi ne ha bisogno, ma si può anche, e soprattutto, promuovere l'inclusione, offrendo ad alunni con difficoltà strumenti per sviluppare capacità e competenze spendibili nel mondo del lavoro.