Le News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14

Home

The Trash Day

Per gli allievi delle classi 5 A e 4 A del Corso di Biotecnologie Ambientali dell’ITI GALILEI di Livorno il 23 marzo è stato il TRASH DAY, ossia il giorno che, con i docenti Prof.ssa Rossella Lombardo e Prof. Leonardo Lofrano, hanno dedicato alla visita di aziende che si occupano di trattamento rifiuti. La tematica è infatti in linea con il loro percorso di studi e la giornata è stata, perciò, un consolidamento di argomenti previsti nel loro percorso di studi.

Nella mattinata è stata effettuata una visita alla discarica controllata di Scapigliato della REA di Rosignano;  qui i RSU provenienti non solo dal Comune di Rosignano, ma da gran parte della Toscana, vengono degradati biologicamente all’interno di fosse scavate in terreni argillosi e impermeabilizzate con teli di polietilene. Tra i prodotti finali della biodegradazione del rifiuto di particolare interesse è il metano che, attraverso complessi impianti, è convertito in energia elettrica. L’energia elettrica prodotta è venduta da REA a ENEL. REA si occupa anche del percolato prodotto dalla biodegradazione, che sottopone inizialmente a trattamenti chimici per trasformare sostanze che interferirebbero negativamente con i seguenti trattamenti biologici come la fitodepurazione. La REA tratta anche compostaggio in cui stralci di potatura e similari sono trasformati in bioprodotti per  pratiche agricole.

Nel pomeriggio è seguita la visita al termovalorizzatore di Aa.M.P.S. a Livorno. Qui gli RSU non destinati al riciclo, vengono bruciati. L’energia prodotta viene recuperata e trasformata in energia elettrica; Le emissioni gassose derivanti dail’incenerimento vengono filtrate con filtri a carboni attivi e costantemente monitorate. Le scorie e le ceneri della post combustione sono destinate a discariche controllate speciali gestite da specifiche aziende. Gli studenti hanno anche visitato la stazione ecologica dove sono smistati i rifiuti che non è possibile destinare ai contenitori della raccolta differenziata urbana. Qui ogni genere di rifiuto riceve un adeguato conferimento e destinato ad aziende speciali che si occupano del recupero e il reciclo di materiali non pericolosi e al trattamento di ciò che invece è pericoloso.

Dalla visita non è stato escluso il laboratorio di analisi di Aa.M.P.S. dove sono analizzati non solo rifiuti, ma anche acque e suoli, ipoteticamente inquinati, portati ad analizzare da privati committenti.

Le visite sono state un arricchimento per la preparazione degli aspiranti periti ambientali, che hanno potuto “toccare con mano” l’effettiva gestione dei rifiuti, aldilà dei contenuti dei libri di testo: certamente una proficua collaborazione tra scuola e aziende sul territorio per la formazione della futura forza lavoro, obiettivo principe dell’alternanza scuola lavoro.

I docenti e gli studenti ringraziano, pertanto, REA e Aa.M.P.S. e i dipendenti che si sono resi disponibili per la realizzazione di questa proficua esperienza.

Categoria: ASL