Le News

Programma Open Days Universitá di Pisa

Destinatari:Tutte le classi quinte Oggetto: Aspettando gli Open Days, Università di Pisa L’Università di Pisa nei giorni dal 27 al 29 novembre 2017 propone ai ragazzi delle classi quinte superiori...
16 Novembre 2017
Leggi...
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14

Home

Gli studenti della 4 A BIA esplora le paludi di Gracciano con la Polizia Provinciale

Sabato 25 marzo gli studenti della 4 A Biotecnologie Ambientali dell’ITI GALILEI di Livorno hanno studiato sul campo l’ecosistema di palude con i propri docenti, Prof.ssa Rossella Lombardo e Prof. Leonardo Lofrano, e la Polizia Provinciale di Livorno presso Grecciano.

 Il vicecomandante Rossano Del Rio ed i suoi collaboratori hanno illustrato con molta professionalità l’ambiente dell’area  umida soffermandosi sugli aspetti floro-faunistici del luogo e dello storico ambientale.

Sotto la guida di un esperto ornitologo della Polizia Provinciale, gli studenti hanno potuto osservare, muniti di binocoli, uccelli palustri come folaghe, garzette, alzavole, aironi bianchi, germani, cavalieri d’Italia, e perfino un falco di palude ed un frullino, quest’ultimo alzatosi inaspettatamente in volo proprio al passaggio di uno studente. Durante il percorso sono state osservate gallerie scavate nel limo dal gambero della Louisiana, specie alloctona, ma molto presente nella palude di Grecciano. Lo scompenso prodotto all’ecosistema dalla comparsa del temuto gambero, noto per la sua aggressività, non è stato così impattante, grazie all’intervento degli aironi piuttosto ghiotti del terribile ospite americano. Gli studenti, infatti, hanno trovato tra il fango numerosi resti dei malcapitati crostacei.  Oltre ai resti dei gamberi della Louisiana, durante il percorso sono state rinvenute molte cartucce di plastica lasciate dai cacciatori di palude: “sicuramente un comportamento da condannare, data la difficoltosa biodegradabilità dei materiali – hanno osservato gli studenti delle biotecnologie Ambientali –non bastano i pallini di piombo e acciaio che disseminano nell’ambiente durante la caccia!”

Nelle acque sono stati effettuati dei campionamenti dagli studenti, sotto la guida dei docenti. I campioni di acqua saranno portati presso i laboratori dell’Istituto Galilei e sottoposti ad analisi chimiche, in particolar modo indagini su metalli pesanti, e microbiologiche per la ricerca dei Clostridi solfito-riduttori.

Gli studenti hanno documentato ogni fase della visita scattando numerose foto, anche con strumentazione professionale, per la presentazione del percorso effettuato.

I docenti e la 4 A BIA ringraziano vivamente il Corpo della Polizia Provinciale di Livorno, in particolar modo il Comandante Trusendi, per aver dato loro la possibilità di visitare un ambiente così poco conosciuto dalla normale cittadinanza, ma così ricco di spunti di studio e di approfondimenti nell’ambito delle Biotecnologie Ambientali.

Categoria: ASL